La salute dentro casa

La salute dentro casa

Come il tuo corpo anche la tua casa necessita costantemente di pulizia e manutenzione. La casa è il nido dove ti rifugi per rilassarti, dove trascorri tempo con le persone che ami e dove dormi, quindi anche dove abbassi le difese. Che tu ci passi più o meno tempo è importante mantenerla in ordine sia materialmente che energeticamente.

In questo post ti ho spiegato perchè mi tolgo sempre le scarpe prima di entrare in casa e chiedo anche ai miei ospiti di farlo. Oggi invece ti racconto come tengo energeticamente pulita la mia casa.

Ti è mai capitato di entrare in un luogo chiuso
e sentirti a disagio?

Non intendo per quanto riguarda le persone che erano presenti, quanto per il luogo in sé. Potresti avere avvertito un senso di pesantezza, sonnolenza, irritazione, qualche tipo di fastidio non bene identificato, voglia di uscire a prendere una boccata d’aria.

Ottimo! Quel posto probabilmente era saturo di energia “pesante”, un campo di energia che tende a stagnare e a rendere gli ambienti sgradevoli e anche un bel po’ tossici. La tua casa – e tutti i luoghi in cui trascorri tanto tempo, quindi anche l’ufficio, il negozio o lo studio in cui lavori ad esempio – non dovrebbero mai accumulare questo tipo di energia che alla lunga appesantisce il tuo sistema energetico compromettendolo.

Se vuoi evitare che qualcuno sperimenti queste sensazioni entrando dentro casa tua, se desideri rendere il tuo nido un posto piacevole dove vivere e favorire magari  anche il tuo benessere ci sono dei semplici modi per prenderti cura dei tuoi spazi:

  • Pulisci regolarmente la tua casa, possibilmente con prodotti naturali e meno sostanze chimiche possibili.
  • Butta, regala o ricicla tutto ciò che non ti serve più o non usi da almeno un anno, il ciarpame tende ad accumulare energia stagnante che è una meraviglia!

La casa è come un organismo vivente, un ecosistema che ha bisogno di respirare altrimenti si creano muffe, macchie di umidità e altre cose davvero poco ecologiche.

  • Ogni giorno cambia l’aria di casa tenendo aperte tutte le finestre per almeno dieci o quindici minuti. Se in primavera e in estate ti viene spontaneo  abituati anche nelle stagioni fredde a dare aria alla casa. Io ad esempio lo faccio di prima mattina prima di accendere il riscaldamento e iniziare la giornata. Lo so, è bello svegliarsi con il caldo ma fidati che una bella sferzata di aria fresca e pulita non ha mai ucciso nessuno, al massimo qualche batterio!
  • Riempi la tua casa di piante. Sopratutto se vivi in città è fondamentale mantenere il contatto con il verde: per gli occhi, per il corpo e per lo spirito. Le piante infatti non solo ti riconnettono alla natura – e alla tua natura – hanno anche il potere di ossigenare la casa e di filtrare molte delle sostanze tossiche che si trovano al suo interno. Puoi scegliere tra tantissime piante da appartamento facili da curare come il falangio o Chlorophytum comosum, la Guzmania lingulata, il filodendro e le sue numerose varietà o il simpatico spatifillo. Basta che entri in un vivaio e ti lasci guidare in mezzo a tanta meraviglia.
  • Nelle stagioni fredde in particolare utilizza gli oli essenziali per diffondere attraverso un diffusore il profumo naturale delle piante. Ti sconsiglio di usare quelli con la candela perchè la temperatura troppo alta brucia l’olio troppo velocemente. Inoltre scegli sempre oli essenziali di altissima qualità, senza aggiunta di componenti sintetici. Tra i miei oli preferiti ci sono quelli di Olfattiva e Remedia, aziende locali che mettono davvero tanto amore in ciò che fanno. Le molecole di olio essenziale hanno il potere di purificare l’aria e di migliorare il tuo umore in base all’essenza che scegli. Per iniziare a sperimentare ti posso consigliare l’Arancio per aumentare gioia e buonumore, l’Eucalipto per prenderti cura delle tue vie respiratorie, la Lavanda, un po’ retrò, per rilassarti e alleviare il mal di testa oppure la magica Litsea per allontanare la tristezza e la fatica.

E se proprio l’aria di casa è densa, ad esempio dopo un litigio, un lavoro energetico intenso oppure se hai rilasciato emozioni molto forti puoi accendere un legnetto di Palo Santo. Questo legno deriva da un albero originario del Sud America, la Bursera graveolens. Basta dare fuoco ad una delle due estremità del legnetto, lasciarla bruciare qualche secondo e poi spegnerla. Il fumo prodotto dalla sua combustione attira a sé e spazza via l’energia bassa accumulata e lascia in casa un profumo piacevole. Lascia aperte porte e finestre mentre fai questa operazione.

Puoi usare sia il palo santo che gli oli essenziali  anche per preparare la casa per una serata speciale, per accogliere i tuoi ospiti e se sai che verranno a trovarti dei bambini. Ovviamente se ne hai di tuoi queste pratiche dovrebbero essere la norma.

I bambini e gli animali infatti tendono ad assorbire le energie basse più velocemente degli adulti facendosene carico. Assicurati quindi di avere una casa pulita e in ordine per te stessa e per i più sensibili che vivono con te o che ti vengono a trovare.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo con chi pensi possa averne bisogno o trarne ispirazione!

2018-10-15T15:30:06+00:00 22/10/2018|Categorie: Energie|Tags: , , , , , |4 Comments

4 Comments

  1. Daniela 23/10/2018 al 6:40 - Rispondi

    😊
    Che bello!!!!
    Al rientro lo faró!!!!🎈

    • Elisa Cecchi 23/10/2018 al 11:55 - Rispondi

      Buon divertimento!

  2. Anonimo 30/10/2018 al 18:49 - Rispondi

    Ke bello questo post

Scrivi un commento