Dormire bene

Dormire bene

La vita è ritmo e questo ritmo è composto da coppie di opposti che si completano. Caldo/freddo, maschile/femminile, luce/buio, inspirazione/espirazione, movimento/riposo e via dicendo. Il ritmo è il modello base della vita sul pianeta Terra, per questo, quando un polo vive una difficoltà tutto l’equilibrio viene disturbato.
Dormire è un processo biologico naturale ed è la polarità opposta e complementare alla vita attiva che conduciamo durante il giorno. Non a caso dormiamo prevalentemente di notte.

Com’è il tuo rapporto con il sonno?
Fatichi ad addormentarti oppure crolli appena appoggi la testa sul cuscino? Dormi a sufficienza?
Hai risvegli notturni frequenti?

Queste domande servono a indagare la qualità del tuo sonno perchè sebbene sia qualcosa che facciamo ogni notte spesso lo diamo per scontato e ci mettiamo attenzione solo quando dormire male diventa una faccenda cronica.

Se dormi poco o male potresti sentirti:

  • più nervosa e irritabile
  • di avere più fame
  • più stanca e svogliata
  • meno creativa
  • pessimista e di malumore
  • tendente ad ammalarti di più

Ti dice qualcosa?

Dormire è un processo naturale, però siccome lo diamo per scontato potrebbe essere che ci siano degli elementi di disturbo dei quali non ti accorgi. Ok, se hai un bambino piccolo che la notte si sveglia spesso è molto chiara la situazione, però ci possono essere molti altri elementi sui quali puoi intervenire per migliorare il tuo sonno. Te ne racconto qualcuno.

Tendenza a rimuginare e avere la testa piena di pensieri
Per questo puoi tenere un quaderno vicino a te e prima di addormentarti scrivere tutto ciò che ti passa per la testa. Ansia, paure, dubbi, preoccupazioni. Riversa sulla carta tutto ciò che crea tensione dentro. Scrivi onestamente, senza censurati o giudicati. Lascia uscire da te tutte quelle parti che ti appesantiscono. Ripetilo tutte le sere per almeno 28 giorni.

La camera da letto
L’ambiente nel quale dormi è fondamentale. La camera da letto dovrebbe essere minimale, in ordine e senza oggetti inutili. Isolata dal resto della casa e dall’esterno da luci e rumori troppo forti. La temperatura non va tenuta né troppo alta d’inverno – meglio sotto i 18° – né troppo fredda d’estate se usi il condizionatore. Le luci meglio calde e soffuse. La sera puoi diffondere anche qualche olio essenziale rilassante come lavanda, camomilla, arancio o bergamotto. Per l’inverno è ottimo anche l’eucalipto che libera le vie respiratorie.

Oggetti elettronici
Elimina tutti gli oggetti elettronici che ionizzano l’aria e possono disturbare il sonno. Prima di andare a dormire spegni il wi fi. Nella camera da letto sarebbe meglio non tenere tv, tablet e telefono che vanno spenti almeno un’ora prima di chiudere gli occhi. Men che meno caricabatterie attaccati dietro la testa come spesso sento raccontare! E se dormi in compagnia ci sono anche altri vantaggi positivi.

Elevati livelli di stress
La vita quotidiana come è oggi presuppone che si debba imparare a convivere con elevati livelli di stress. Non sono d’accordo ovviamente. Per migliorare la qualità della tua vita puoi affidarti a un professionista che ti aiuti a ristrutturare e modulare il tuo stile di vita in modo da individuare le tue priorità e creare spazio per decomprimere, godere delle tue giornate e riposare bene.

Il sonno è un processo al quale ti abbandoni, non è qualcosa che fai, è più qualcosa che lasci succedere, infatti ha una polarità yin. Durante il sonno ti lasci andare, spegni la coscienza per qualche ora, abbassi le difese sapendo che domani è un altro giorno, che ci sarà un’altra occasione di ricominciare, per questo motivo più sei tranquilla meglio dormi.

Ti è stato utile questo post? Se ti va fammi sapere cosa ne pensi qui sotto.
La tua opinione è importante.

2019-02-13T11:13:47+00:00 18/02/2019|Categorie: Corpo|Tags: , , , , , |0 Commenti

Scrivi un commento