Coltivare la gratitudine

Coltivare la gratitudine

Da un po’ di tempo mi sono accorta che, nell’arco di un anno, ci sono almeno tre Capodanni.
Il primo è il compleanno, in cui festeggi l’anniversario della tua nascita e il ritorno del Sole. Questo momento segna la chiusura e la riapertura del tuo ciclo annuale personale.
Poi c’è quello non ufficiale di metà settembre nel quale finisce la stagione del mare e delle vacanze e ricomincia la routine lavorativa e scolastica.
E per finire c’è oggi: il Capodanno ufficiale. Quello del Calendario romano in uso nel nostro paese.
Personalmente è quello che sento meno vivendo più legata alla ciclicità delle stagioni però ignorarlo di certo non si può. E quindi come celebrarlo al meglio? Con la gratitudine!

Grazie è una parola magica. Ovviamente quando è un grazie sentito, che viene dal profondo del cuore.

A fine anno di solito tendiamo a fare i bilanci. A chiederci cosa abbiamo fatto di buono, dove abbiamo mancato il bersaglio. Dove possiamo fare meglio. Magari facciamo anche tanti bei nuovi propositi. Tutto ottimo.
Una pratica che sarebbe buono rispolverare e che non sarà mai abbastanza valorizzata è quella della gratitudine.

Praticare la gratitudine significa ringraziare per ogni cosa che abbiamo nella nostra vita.

E’ qualcosa che sarebbe buono fare ogni giorno. E se la praticassimo più o meno quanto ci laviamo i denti le nostre vite sarebbero molto diverse. Ovviamente non è mai tardi per iniziare.

In questo giorno magico ti propongo una pratica speciale per celebrare la fine e l’inizio del nuovo anno.

Fai un elenco delle persone che hanno reso speciale il tuo 2018. Le persone che hai sentito vicine, che ti sono state a fianco in un momento di difficoltà, magari che ti hanno sfidato ma aiutato, che ti hanno fatta ridere e sentire bella.
E poi ringraziale ad una ad una.

  • Puoi farlo pensando a quella persona e mandandole un pensiero di luce e amore.
  • Ancora meglio puoi farlo scrivendo una lettera, un’email, un messaggio.
  • Oppure puoi dirlo a voce se è possibile, corredando il tuo grazie con un abbraccio.

La gratitudine non ha limiti né eguali nell’innalzare le frequenze dell’amore. E ti garantisco che questa pratica renderà davvero speciale il tuo Capodanno e ti permetterà di iniziare il nuovo anno con una energia unica.

Io intanto ringrazio te che mi leggi e che porti le mie parole lontano e ti auguro di sperimentare la magia della gratitudine.

2018-12-15T15:36:05+00:00 31/12/2018|Categorie: Energie|Tags: , , , |4 Comments

4 Comments

  1. Anonimo 31/12/2018 al 14:42 - Rispondi

    Bacione grande Eli ❤️

    • Elisa Cecchi 31/12/2018 al 15:00 - Rispondi

      Grazie! ❤️

  2. Cascio 01/01/2019 al 3:02 - Rispondi

    C’è stato un periodo in cui lo facevo, scrivendolo, tutti i giorni. È incredibile quante sono le cose per cui essere grati quotidianamente, ma che passano inosservate e inascoltate. Buona pratica da rinnovare.

    • Elisa Cecchi 01/01/2019 al 10:01 - Rispondi

      Sì è una pratica davvero potente! Buon inizio anno all’insegna della gratitudine allora

Scrivi un commento Annulla risposta